domenica, dicembre 18, 2005

 

Lo Statuto dell'Associazione Satsang

Lo Statuto della’Associazione “Satsang”
Art. 1
E’ costituita l’Associazione per la RICERCA ETICA E SPIRITUALE E DI PROMOZIONE SOCIALE denominata: “Satsang di Promozione Sociale”
Art. 2
L’Associazione Satsang non ha scopo di lucro e ha sede legale presso il Podere Campopiano, nel comune di Cecima, in provincia di Pavia ed aderisce all’Associazione Nazionale C.O.N.A.C.R.E.I.S., Onlus di Promozione Sociale.(legge 383 del 7 dicembre 2000)
Art. 3
L’ Associazione Satsang, agendo nel pieno rispetto delle liberta’ e dignità degli associati, è orientata allo sviluppo delle potenzialità umane, alla salute del corpo e dell’evoluzione della mente e dello spirito, all’amore per la natura ed al rispetto per i valori umani, per la ricerca di unità e sintesi tra economia, etica, scienza, arte e spiritualità.

L’associazione ha lo scopo di fare ricerca, informare, sensibilizzare e offrire servizi su una serie di conoscenze e di tecniche inerenti alla meditazione e alla crescita spirituale, alle esperienze e terapie, ai trattamenti basati su conoscenze olistiche e su procedimenti naturali; è anche obiettivo di “Satsang” la promozione di seminari e corsi, gruppi di lavoro indirizzati alla consapevolezza corporea e psichica, allo sviluppo della espressione artistica in campo letterario, visivo e musicale.

I settori di interesse dell’Associazione sono:

Pratiche di meditazione
Alimentazione e prodotti naturali
Trattamenti terapeutici
Medicina e Terapie Olistiche
Ambiente
Semiotica e Cibernetica
Culture Ataviche
Fisica Organica

Art. 4
Per il conseguimento delle proprie finalità l’Associazione attuerà le seguenti iniziative:

Realizzazione e gestione di un Centro per la salute psicofisica e le vacanze naturali, della cultura olistica dove risanare corpo, mente e spirito grazie alle acque termali, alle arti e alle medicine antiche e moderne, dove sviluppare una coscienza planetaria ed ecologica.

Allestimento di un proprio Sito Internet a cui potranno essere collegati altri siti esistenti o da sviluppare che trattano le stesse materie, che consente di fornire efficacemente servizi e consulenza in tempo reale, raggiungendo il maggior numero di utenti in tutto il mondo.

Il Sito Internet svilupperà gradualmente il numero dei servizi offerti e delle discipline trattate in relazione alle adesioni che nel tempo perverranno, per garantire la massima qualità e completezza di informazione e assistenza.

Corsi di Formazione e Seminari, gratuiti e a pagamento, sulle discipline di interesse, rivolti alla generalità dei cittadini o a settori specialistici Convegni, Dibattiti, Lezioni e Corsi organizzati per i soli Soci.

Fornitura di servizi e prodotti ai Soci da parte di Professionisti e Terapeuti, delle Società aderenti all’Associazione.


Art. 5
Nell’ambito e per il conseguimento delle proprie finalità l’Associazione potrà, in proprio o a mezzo di adeguate strutture anche esterne, tra l’altro:
curare la pubblicazione di periodici (con esclusione dei quotidiani), volumi, monografie, ecc.

Svolgere attività di ricerca e promozione culturale e turistica.
Svolgere ogni altra attività utile e necessaria alla realizzazione delle proprie finalità.

Art. 6
L’Associazione potrà aderire ad organizzazioni sia di carattere locale che nazionale ed internazionale i cui fini siano coerenti con i propri.
Le proposte di adesione saranno sottoposte all’approvazione del Consiglio Direttivo
ADESIONI

Art. 7
Possono aderire all’Associazione tutti coloro che intendano contribuire concretamente alle sue attività. Gli aderenti si impegnano ad appoggiare gli scopi, i programmi e le iniziative dell’Associazione quali previsti dal presente Statuto e dalle delibere degli organi associativi.

Si impegnano inoltre a non compiere atti che possano recare, in qualsiasi modo, nocumento agli interessi ed al prestigio dell”Associazione.

Art. 8
Gli aderenti sono distinti in Soci Fondatori, Soci Collaboratori, Soci Ordinari.
La distinzione in categorie degli associati non influisce sul diritto di tutti gli associati di partecipare liberamente ed attivamente alla vita della associazione, in primis attraverso la partecipazione in assemblea in quanto tutti gli associati hanno diritto a partecipare alle assemblee indette; i soci minorenni non hanno diritto di voto.

Soci Fondatori sono coloro che hanno promosso l’iniziativa e quindi effettivamente fondato l’Associazione, sottoscrivendo l’atto costitutivo e il relativo Statuto e sostenendo gli investimenti iniziali e coloro che, successivamente alla fondazione dell’Associazione, intendono dare un rilevante contributo professionale e economico e la cui richiesta è approvata all’unanimità dal gruppo dei Soci Fondatori esistente alla data della richiesta.

Soci Collaboratori
sono professionisti ed esperti, singoli o collettivi (Enti o Società), non fondatori
dell’Associazione che si impegnano a garantire i servizi offerti nel sito Internet e le attività di formazione e consulenza;

Soci Ordinari
sono coloro che aderiscono all’Associazione e partecipano attivamente alle attività e alle iniziative da essa promosse.

Sulle domande di adesione dei Soci Collaboratori delibera il Consiglio Direttivo dell’Associazione con la maggioranza di almeno due terzi dei membri, con decisione insindacabile.

Sulle domande di adesione dei Soci Ordinari delibera il Direttore dell’Associazione.
Lo status di Aderente all’Associazione si perde per: decesso della persona fisica; Recesso: ciascun aderente può in qualsiasi momento comunicare con raccomandata A.R. la sua volontà di recedere dal novero dei partecipanti all’Associazione; tale recesso deve essere sempre comunicato con raccomandata A.R. al Consiglio Direttivo, ha effetto immediato e non dà luogo a restituzione di quote sociali.

Il Consiglio Direttivo, secondo quanto previsto dall’art. 13 del presente Statuto, ha facoltà di escludere dall’Associazione ciascun Aderente, sia Socio Fondatore, sia Socio Collaboratore, sia Socio Ordinario, per i seguenti gravi motivi:
Mancato versamento della quota associativa entro i termini previsti dalle delibere degli organi direttivi.

Violazione delle norme dello Statuto.
Sistematica assenza, senza giustificato motivo, alle iniziative dell’Associazione.
Comportamento incompatibile con gli scopi e le finalità dell’Associazione, lesivo della dignità dei singoli Aderenti, o tale da compromettere l’immagine ed il prestigio dell’Associazione. L’esclusione ha effetto dal momento della comunicazione con raccomandata A.R. del provvedimento da parte del Consiglio Direttivo, che deve contenere le motivazioni per le quali l’esclusione è stata deliberata.
Relativamente ai soci è espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa, cioè non sono ammessi tesseramenti temporanei.

PATRIMONIO
Art. 9
Per le spese di gestione delle sue attività, l’Associazione dispone di un fondo alimentato da: Quote associative il cui valore, per ciascuna categoria di Soci e per eventuali associati collettivi (Enti o Società), sarà determinato annualmente dal Consiglio Direttivo Eventuale Pubblicità raccolta sul Sito Internet o con altri mezzi
Ricavi da Seminari, Corsi di Formazione e Servizi forniti ai Soci
Eventuali contributi e donazioni provenienti sia da Enti pubblici che da privati, disposizioni e lasciti testamentari senza distinzione di nazionalità o cittadinanza.
Il patrimonio della associazione non è in nessun caso soggetto a ripartizioni tra gli associati sotto nessuna forma.

In caso di scioglimento, cessazione o estinzione della associzione, l’eventuale patrimonio che residui dopo la liquidazione dovrà essere devoluto ai fini di utilità sociale, salva diversa destinazione che venga imposta dalla legge.

Art. 10
In caso di scioglimento dell’Associazione, l’eventuale patrimonio residuo, su indicazione dell’Assemblea degli Aderenti, verrà devoluto ad Enti o Organizzazioni di volontariato ai fini quindi di utilità sociale.

ORGANI ASSOCIATIVI
Art. 11
Sono Organi dell’Associazione:
L’Assemblea degli Aderenti
Il Consiglio Direttivo
Il Direttore
Il Vice Direttore

Art. 12
L’Assemblea degli Aderenti è l’organo sovrano dell’Associazione ed è costituita dai Soci Fondatori, dai Soci Collaboratori, dai Soci Ordinari non appartenenti a Gruppi Territoriali e dai coordinatori dei Gruppi Territoriali.L’Assemblea si riunisce in qualunque luogo, anche fuori dalla sede sociale e provvede:
alla nomina del Consiglio Direttivo, ogni cinque anni;
all’approvazione del Bilancio
alla modifica del presente Statuto;
a deliberare lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del suo patrimonio.


L’Assemblea si riunisce in seduta ordinaria una volta l’anno su convocazione del Consiglio volta è convocata dal Consiglio Direttivo o da un decimo degli Aderenti stessi, mediante domanda scritta.
La convocazione dell’Assemblea va inviata a tutti gli aderenti per iscritto almeno 15 giorni prima della data stabilita.
La lettera deve contenere l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora della riunione sia di prima che di seconda convocazione e l’elenco delle materie da trattare.

L’Assemblea è validamente costituita ed è atta a deliberare qualora in prima convocazione siano presenti almeno la metà dei suoi membri; in seconda convocazione l’Assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei presenti.
Tutte le delibere in seduta ordinaria e straordinaria saranno prese a maggioranza assoluta dei partecipanti; le modifiche allo Statuto e lo scioglimento dell’Associazione devono ottenere anche l’approvazione unanime dei Soci Fondatori.

L’Assemblea è presieduta dal Direttore dell’Associazione o, in sua assenza o impedimento, dal Vice Direttore;in mancanza, su designazione dei presenti, da un altro membro del Consiglio Direttivo o da qualsiasi membro dell’Associazione.

Art. 13
Il Consiglio Direttivo è composto da tre membri, nominati dall’Assemblea degli Aderenti. I Consiglieri devono essere aderenti all’Associazione e almeno due devono essere Soci Fondatori. I Consiglieri durano in carica cinque anni e sono rieleggibili I Consiglieri possono dimettersi in qualsiasi momento dalla carica, pur rimanendo Aderenti all’Associazione. I Consiglieri decadono automaticamente dalla carica in caso di perdita dello Satus di Aderente all’Associazione, ai sensi dell’art. 8 del presente Statuto.

I Consiglieri che non partecipano a tre riunioni consecutive del Consiglio Direttivo decadono automaticamente dalla carica di Consigliere. In caso di dimissioni di un Consigliere o di cessazione per qualsiasi altro motivo di un membro del Consiglio Direttivo, il Consiglio stesso provvede alla sua cooptazione, nel rispetto della norma sulla composizione del Consiglio. Il Consigliere cooptato dura in carica fino alla successiva Assemblea degli Aderenti, al cui ordine del giorno deve essere posta la sostituzione del Consigliere cessato.

Chi venga eletto in luogo di un Consigliere cessato dura in carica per lo stesso periodo durante il quale sarebbe rimasto in carica il Consigliere cessato.

Il Consiglio Direttivo:
definisce i programmi di attività dell’Associazione e ne cura l’attuazione;
elegge il Direttore e il Vice Direttore, da scegliersi tra i Soci Fondatori;
delibera sulle domande di adesione dei Soci Collaboratori come previsto dall’Art. 8 del presente Statuto;
delibera sulla perdita della qualità di aderente di cui all’Art. 8;
delibera sull’ammontare delle quote associative;
il Consiglio Direttivo si riunisce in seduta ordinaria almeno una volta ogni sei mesi, con convocazioni fissate di volta in volta dal Consiglio stesso; potrà inoltre essere convocato ogni volta che il Direttore ne ravvisi l’opportunità o che ne venga fatta richiesta da almeno un terzo dei componenti.

Convocazione e ordine del giorno saranno comunicati ai membri almeno quindici giorni prima della data fissata per la riunione. Per la validità della riunione è richiesta, in prima convocazione la presenza della maggioranza dei componenti;
in seconda convocazione la presenza di almeno un terzo dei componenti.
Il Consiglio Direttivo delibera con il voto favorevole della maggioranza dei componenti.

Art. 14
Il Direttore:
rappresenta legalmente l’Associazione di fronte ai terzi e in giudizio Convoca e presiede le riunioni del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea degli Aderenti Cura l’attuazione dei programmi dell’Associazione.

Ha piena facoltà di incassare le somme per qualsiasi importo e rilasciare quietanza liberatorie, aprire conti correnti postali e bancari e operare sugli stessi.
Egli può delegare il potere di firma ad altro membro del Consiglio Direttivo o a persona di sua fiducia per singoli atti o categoria di atti.
Il Direttore dura in carica 5 anni ed è rieleggibile.

Art. 15
Il Vice Direttore sostituisce il Direttore in caso di sua assenza o impedimento assumendone tutti i poteri. Dura in carica 5 anni ed è rieleggibile.

Art. 16
L’esercizio finanziario si chiude il 30 giugno di ogni anno.

Entro il 30 Settembre successivo, il Direttore presenterà al Consiglio Direttivo, per il successivo rendiconto all’Assemblea degli Aderenti:

Il bilancio consuntivo dell’anno precedente
Il bilancio preventivo dell’anno in corso
La relazione sull’andamento dell’Associazione, con particolare riferimento agli obiettivi raggiunti, allo stato attuale dell’Associazione e ai programmi futuri.

Comments: Posta un commento



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?